It is not what you say, but how you say it.

IMG_0400

The approach of an interview is always stressful, especially if it is the first time. Here we share some points that might seem obvious to some people, but very important to remember when meeting company representatives.

The first question most employers ask is, “Why should I hire you?” or “Why are you unique?”. They usually pose this question as an icebreaker, to get to know you and make your feel comfortable – who does not like to brag about oneself? 🙂 . Try to keep your potential employer’s attention high by controlling your body language and the tone of your voice. Remember to keep it short and specific.

Moreover, an interview is one of the few opportunities you have to turn your weaknesses into strengths. In fact, try to use this question to your advantage: do not just name your weaknesses, explain what you generally do to control and win them over. Another common question is “Why are you applying for this position?”. Use this question to show the employer what information you have researched about the company. In fact, this does not show your research skills but also your true interest in becoming part of their mission.

At the end of the interview, be ready to ask the right questions to the employer. Try to prepare them in advance. This is your opportunity to deepen your knowledge on certain aspects of the company or simply to understand more about the position.

 

Non è quello che dici, ma come lo dici.

1-job-interview-tips-impress-20150308_10859642248D41789C58F8F22C9F3D51

L’approccio ad un colloquio è sempre stressante, soprattutto se si tratta della prima volta. In questo articolo condividiamo alcune istruzioni che potrebbero sembrare ovvie, ma molto importanti da tenere in conto quando si incontrano i rappresentanti di una azienda.

La prima domanda che molti datori di lavoro fanno è “Perché dovremmo assumerti?” o “Perché sei unico/a?”. Di solito pongono questa domanda per rompere il ghiaccio, per conoscere e provare a mettere a proprio agio i candidati – in fondo, chi non ama parlare di sé? 🙂 . Cercate di mantenere alta l’attenzione dei rappresentanti, controllando il linguaggio del corpo ed il tono della vostra voce. Ricordate di essere brevi e concisi.

Inoltre, un colloquio di lavoro è una delle poche situazioni in cui avete l’occasione di trasformare le vostre debolezze in punti di forza. Cercate di sfruttare la domanda classica a vostro vantaggio: non vi limitate a citare le vostre debolezze, ma spiegate piuttosto cosa provate a fare per controllarle e conquistarle. Un’altra domanda molto frequente è: “Perché vi state candidando per questa posizione?”. Utilizzate questa domanda per dimostrare al datore di lavoro che informazioni avete raccolto sulla società. In questo modo, mostrate loro non sole le vostre abilità di ricerca, ma anche il vostro vero interesse nel diventare parte della loro missione.

Alla fine del colloquio, siate pronti a fare domande, provate a prepararle in anticipo. Questa è l’occasione per approfondire le vostre conoscenze su alcuni aspetti della società o semplicemente per capire di più riguardo alla posizione.

Center for Career Services & ​Continuing Education
​John Cabot University

jcu_high_res