And… Who is a Troublemaker?

A person who has always a problem for others and never the solution, a person who does not have the capability to identify a problem on his or her own, causing a constant interruption in the flow of a working schedule. The excessive interaction, for advice or correction, is deleterious as the communication between the members of a team is of crucial importance, but needs to be well calibrated in terms of quantity and quality, that is, appropriate to the contest and contingency.

What are the consequences and difficulties that can arise from this type of attitude and gradually block your professional growth?

It is crucial to remember that, in companies and organizations, all human resources possess their own identity and personality, which determine your specific role in the work environment. Being characterized and recognized as a troublemaker can cause a variety of negative consequences, some among the following: the risk of being avoided by other colleagues, never being trusted with important tasks, loose the trust of your superiors, who at some point may even regret hiring you in the first place!

E… chi è invece un Troublemaker?

Una persona che ha sempre un problema da sottoporre agli altri e mai la soluzione, una persona che non ha la capacità di identificare il problema causando, perciò, una continua interruzione nel flusso di lavoro. L’eccessiva interazione, sia per consigli che correzioni, è deleteria. La comunicazione tra i membri di un gruppo lavorativo è importantissima, ma a patto che sia ben calibrata in termini di quantità e qualità, ovvero appropriata al contesto e contingenza.

Quali sono le conseguenze e criticità che possono nascere da questa attitudine e bloccare la vostra crescita professionale?

È importante ricordare che, in una organizzazione o azienda, ogni risorsa umana possiede la propria identità e personalità che serve per identificarsi e riconoscersi nel rapporto lavorativo. Essere catalogati e riconosciuti come troublemakers comporta una serie di conseguenze negative tra cui, in crescendo, rischiare di venire evitati e boicottati dai propri colleghi, non ricevere l’affidamento di incarichi importanti e perdere la fiducia dei propri responsabili, che potrebbero a un certo punto addirittura pentirsi di avervi assunto!

Center for Career ServicesContinuing Education
John Cabot University

cropped-jcu_high_res.jpg