Are We Still in the “Business Suit” Age?

casual business attire2.jpg

As members of the young generation of employees entering the job market, when you think about the dress code for work, you might have in mind the image of your mom and dad wearing their elegant, business suits. Most likely, the idea of dressing that same way does not make you feel as comfortable as your parents seems to be. You have just left the college, probably, and changing your look so drastically, from a pair of jeans and t-shirt to a suit with a tie, might be scary.

Although those kinds of jobs that imply formal relations with clients and other companies will still require a formal attire, there are some good news for you: things are changing! In the recent times, the employees’ look has become, in many companies, much more casual.

Why is this happening? Let’s consider these three simple points that motivate this phenomenon:

  • The “millennials” are entering the job market: the so-called millennials’ generation has now reached the age to enter the job market. Having this new wave of young employees is making the whole company’s environment livelier. Things are changing, and, among them, the dress code. Many companies decide to establish a casual business attire for the workplace. This means that the old business suit, with matching jacket and pants plus tie for men, or suit and heels for women, is no longer required. There might be exceptions (for ex. special meetings), but normally it is enough to dress “casual- professional.” The exact indications of what is meant by that should be set by the company itself…and by common sense;
  • Companies propose a more casual approach to clients: many companies decide to adopt a more casual attire for their workers because it makes it easier to break down the barrier with the clients. In fact, a more relaxed look makes the client feel more at ease. Of course, this depends both on the client and on the kind of item the company wants to sell, but, generally, this choice works also for many formal situations;
  • The spring of new start-ups: many young entrepreneurs are opening their own start-ups, inventing new areas of action in response to the new needs of our age. These young professionals want to present themselves as a valid alternative to the older, more solidly established companies, stressing the main peculiarity that distinguishes them, instead of hiding it: their youth. They want to turn their “being young” into their strength, and one way to highlight this is through their approach and their look. Therefore, instead of meeting their clients in a blue suit, they might go for a white shirt and blue jeans: their look must mirror and enhance the freshness and novelty of their ideas.

What do you think? Do you think that it is better to preserve a formal look in the workplace or you agree that the “business suit age” is now dead?

Siamo ancora nell’epoca del “giacca e cravatta”?

casual business attire

Come parte della giovane generazione in procinto di entrare nel mondo del lavoro, quando pensate al dress code per l’ufficio potrebbe venirvi in mente l’immagine di vostra madre e vostro padre nel loro elegante completo professionale. Non è strano che l’idea di vestirvi in questo modo possa farvi sentire a disagio. Probabilmente avete appena finito l’università e l’idea di cambiare così drasticamente il vostro look, da jeans e t-shirt a giacca e cravatta, può intimorire.

Nonostante alcuni lavori, come quelli che implicano relazioni formali con clienti o altre aziende, richiedano ancora un abbigliamento formale, ci sono buone notizie per voi: le cose stanno cambiando! Ultimamente, il look richiesto agli impiegati è diventato molto più casual in tante aziende.

Ma perché sta accedendo ciò? Consideriamo tre semplici punti che potrebbero motivare tale fenomeno:

  • I millennials stanno entrando nel mercato del lavoro: la cosiddetta generazione dei “millennials” ha ormai raggiunto l’età per entrare nel mercato del lavoro e questa nuova ondata di giovani lavoratori sta rendendo l’ambiente aziendale più vivace. Le cose stanno cambiando e, tra queste, il dress code. Molte aziende decidono di stabilire un abbigliamento casual per i loro impiegati. Questo significa che il vecchio abito formale, con pantaloni, giacca e cravatta per gli uomini, o tailleur con tacchi per le donne, non è più richiesto. Ci possono essere delle eccezioni (per esempio degli incontri speciali), ma normalmente è sufficiente vestirsi in maniera “casual-professionale.” Le indicazioni esatte di cosa ciò significhi vengono stabilite dall’azienda…e dal buon senso;
  • Le aziende propongono un approccio più casual ai loro client: molte aziende decidono di adottare un look più casual perché ciò rende più facile rompere le barriere con i clienti. Infatti, un modo di presentarsi più casual fa sentire il cliente più a suo agio. Sicuramente questo dipende sia dal cliente che da cosa la compagnia vuole vendere, ma generalmente questo approccio funziona anche in molte situazioni formali;
  • Il fiorire di nuove start-up: molti giovani imprenditori stanno aprendo nuove start-up, creando nuove aree d’azione in risposta ai bisogni della nostra epoca. Questi giovani professionistici si vogliono presentare come valide alternative alle aziende più anziane e più solidamente stabilite, enfatizzando la peculiarità che le caratterizza, anzi che nascondendola: la loro giovinezza. Vogliono trasformare il loro essere giovani nella loro forza, e uno dei modi per enfatizzare ciò è attraverso il loro approccio e modo di presentarsi. Quindi, anzi che presentarsi ai clienti in completo blu, potrebbero scegliere una camicia bianca e jeans: il loro look deve rispecchiare ed accentuale la freschezza e la novità delle loro idee.

E voi cosa pensate? Pensate che sia meglio conservare un’apparenza formale sul posto di lavoro o pensate anche voi che l’epoca del “giacca e cravatta” sia ormai finita?

Center for Career ServicesContinuing Education
John Cabot University 

jcu_high_res