How to…Manage Your Online Identity

how-to-manage-your-digital-identity

Because of social media recent massive diffusion, all of us now has multiple identities. In addition to the flesh-and-bone “you,” there are several other “you” around, which correspond to all of your online identities. For this reason, it is fundamental to take care of all your social media pages and of the information about you that people can find online. In fact, you should never forget that checking your Facebook, LinkedIn, Instagram, or Twitter profiles is the easiest way to gather information about you. This happens not only in your personal life but also in your professional career. Do not underestimate the power that a good, or bad, first digital impression can have on a potential employer!

This is why we have decided to give you a few pieces of advice in order to help you create the best and most professional digital “you:”

  • Be constant and consistent: given that your social media accounts are a kind of digital business card or ID for you, it important that you share complete information. This does not mean to make public all of your personal life; just share what you would like a future employer to know about you and what you think could be attractive to him/her. The information you share should be consistent on all your social media profiles, so that your whole identity is coherent. In addition, try to be as constant as possible and make sure you are not digitally “dead” for too long. Share contents that you think could be interesting and appropriate and, from time to time, try to comment or “like” your contacts’ posts when they are appealing;
  • Keep private what is private: be careful about the pictures or personal thoughts you share. If someone “tags” you in something you do not like and think could damage your image, remove the “tag” and the undesired content. Be also mindful about the pages you join or “like” and about your “friends” or contacts. Just as pictures and contents, also these aspects can influence the idea that a person, and eventually employer, formulates about you. You should always check regularly and carefully your privacy settings and you might decide to keep two different profiles for the same social media, one as private the other as professional. According to this difference you can decide what kind of content you want to share and who you want to be part of your network;
  • Be aware of the different natures of social media: according to the social medium you are using, it is appropriate to differentiate both the communication tone and the contents of what you share. For instance, on Facebook, you might decide to share something that does not refer to work, but to some hobbies that you have or a travel you particularly loved. However, this could be rather inappropriate on LinkedIn, which is a medium to connect with other professionals to share work-related thoughts and experiences. Another case again is Twitter, where the writing style is very different from both LinkedIn and Facebook, since you have a limited amount of characters which forces you to use “hashtags” and abbreviations;
  • Expand your digital horizons: the web does not include social media only. Social media are a way of sharing in a quick and condensed way various contents. If you want to share your projects, your activities, your researches in a more expanded way, you could write a blog or open a webpage. You could also join online platforms and communities where you can share ideas with other people operating in your field. Also in this case, be mindful about the groups you join because it could come out if someone searches your name online.

Come…gestire la vostra identità digitale

how-to-manage-your-digital-identity2

Vista l’imponente diffusione dei social media, tutti noi adesso abbiamo molteplici identità. Oltre al “voi” in carne e ossa, ci sono tanti altri “voi” in giro che corrispondono a tutte le vostre identità online. Per questo è fondamentale che vi occupiate con attenzione di tutti i vostri social media e delle informazioni su di voi che si possono trovare online. Infatti, non dovreste mai dimenticarvi che controllare i vostri profili Facebook, LinkedIn, Instagram, o Twitter è il modo più veloce per ricavare informazioni su di voi. Questo accade non solo nella vostra vita personale ma anche in quella professionale. Non sottovalutate il potere che una buona, o cattiva, prima impressione digitale può esercitare su un potenziale datore di lavoro!

Per questo abbiamo deciso di darvi qualche consiglio per aiutarvi a creare il “voi” digitale migliore e più professionale possibile:

  • Siate costanti e coerenti: dato che i vostri account sui social media sono una sorta di biglietto da visita o carta di identità digitale, è importante che condividiate informazioni complete. Ciò non significa che dovete rendere pubblica la vostra vita privata; condividete solo quello che vorreste che il vostro futuro datore di lavoro sapesse di voi e cosa pensate che potrebbe essere accattivante per lui/lei. Le informazioni che condividete dovrebbero essere le stesse su tutti i vostri profili social, così che la vostra identità complessiva sia coerente. Inoltre, cercate di essere più costanti possibile ed assicuratevi di non essere digitalmente “morti” troppo a lungo. Condividete contenuti che pensate siano interessanti ed appropriati e, ogni tanto, cercate di commentare o mettere “mi piace” ai post più significativi dei vostri contatti;
  • Mantenete privato ciò che è privato: prestate attenzione alle foto e alle opinioni personali che condividete. Se qualcuno vi “tagga” in qualcosa che non vi piace o che pensate possa danneggiare la vostra immagine, rimuovete il “tag” ed il contenuto indesiderato. State attenti anche alle pagine che seguite o che vi “piacciono” e anche ai vostri “amici” o contatti. Tali aspetti, infatti, possono influenzare l’idea che una persona, e magari un datore di lavoro, si fa di voi tanto quanto le foto o i contenuti che condividete. Dovreste controllare le impostazioni per la privacy regolarmente e con attenzione e potreste creare due profili diversi per lo stesso social, uno privato l’altro professionale. A seconda del tipo di profilo potete decidere quali contenuti condividere e chi volete che faccia parte del vostro network;
  • Siate consapevoli delle diverse nature dei social media: sia il tono della comunicazione che i contenuti che volete condividere andrebbero differenziati a seconda del social che state usando. Ad esempio, su Facebook, potreste decidere di condividere qualcosa che non sia inerente al lavoro, come i vostri hobby o un viaggio che vi ha particolarmente colpito. Ciò potrebbe invece sembrare piuttosto inappropriato su LinkedIn, essendo questo un mezzo per connettersi con altri professionisti al fine di condividere esperienze e pensieri legati al mondo del lavoro. Un altro caso ancora è Twitter, in cui lo stile di scrittura è molto diverso sia da LinkedIn che da Facebook, dato che il numero limitato di caratteri che avete a disposizione vi forza ad usare “hashtags” e abbreviazioni;
  • Espandete i vostri orizzonti digitali: il web non include solo i social media. I social sono infatti un modo di condividere in modo veloce e condensato diversi contenuti. Se volete condividere i vostri progetti, le vostre attività, le vostre ricerche in maniera più approfondita, potete scrivere un blog o aprire una vostra pagina web. Inoltre, potreste iniziare a seguire delle piattaforme o delle comunità online, in cui condividere le vostre idee con altre persone del vostro stesso campo. Anche in questo caso, state attenti ai gruppi a cui vi unite perché se qualcuno cerca il vostro nome online potrebbero emergere informazioni a riguardo.

Center for Career ServicesContinuing Education
John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg