interview-430x270How to… Get an Interview!

Drawing from our latest posts, let us now look at how to get an interview for an internship or job.

Once you have carefully prepared your application with an appealing Resume/CV and a well-refined Cover Letter and sent it out, you will find yourself in a more or less short moment of rest, waiting for a feedback from the company or organization you would like to collaborate with. At this point, a feeling of impatience and anxiety is very well likely and understandable. Checking your email and phone frequently are the softest effects. However, what is the special something that is going to let you get the interview and eventually meet your prospective employer? Here is our guide on how to tailor your application for an internship or job position in order to enhance the possibility to be selected for an interview!

Where to begin?

First and foremost, it is important for you to have the best and clearest possible prospect about the company you are addressing your application to. This is possible by searching for and finding the greatest amount of available information about your prospective employer in terms of both company structure, history, and culture, as well as people who work there, news and stories on the Internet, available catalogues and materials, visits to retailers, and LinkedIn search. This will help you understand whether your profile is in line and harmony with the company or organization of your interest, as well as trace information and specifics about whom to contact in order to answer the question: “who can connect me to the organization I have identified and got engaged with?”

Consequently, it is also crucial to be prepared about and aware of not only the different kinds of job or internship opportunities that the organization is offering at the moment, but also the areas and departments making up the business structure and the way your profile could interact with them in a dynamic and productive way. In this phase, the question you will be trying to answer is: “what type of career could I have in this organization/company? What options or growing opportunities could I have and develop there?” In this case, we recommend taking some time to go through one’s own academic and professional background to achieve a lucid self-assessment: “what are my strengths and weaknesses? What are my work-related values?” An exemplary case is the way you manage your image on Social Media platforms, and especially your  LinkedIn profile, which should always be updated, clear, and clean, but most importantly it must be consistent with who you really are: it is extremely detrimental to present oneself with unattained titles.

Come… ottenere un colloquio di lavoro!interview

Facendo seguito ai nostri ultimi post, vediamo ora cosa fare per ottenere un colloquio di lavoro.

Una volta preparata con cura e mandata fuori la candidatura con un Resume/CV accattivante e una Cover Letter ben rifinita, vi troverete in un momento di più o meno breve pausa, nell’attesa di ricevere un riscontro dall’azienda con cui vorreste collaborare. A questo punto, sensazioni di impazienza e ansia sono molto probabili e comprensibili. Controllare la propria posta elettronica e il cellulare con una certa frequenza sono solo tra gli effetti più leggeri di questo stato. Ma che cos’è quel qualcosa di speciale che ti permetterà di ottenere il colloquio di lavoro e incontrare finalmente il tuo eventuale datore di lavoro? Ecco la nostra guida su come personalizzare la tua candidatura per uno stage o lavoro in modo da aumentare le possibilità di essere selezionato per un colloquio!

Da dove cominciare?

Prima di tutto è importante avere una prospettiva ottimale e più chiara possibile sull’azienda a cui stai mandando la candidatura. Questo è fattibile ricercando e trovando il maggior numero di informazioni disponibili sul tuo futuro datore di lavoro in termini di struttura organizzativa, storia e cultura aziendale, ma anche personale impiegato, news e storie da Internet, cataloghi e materiale disponibili, visite ai rivenditori e ricerche su LinkedIn. Questo ti aiuterà non solo a capire se il tuo profilo è in linea e armonia con l’organizzazione di tuo interesse, ma anche a rintracciare informazioni e dettagli su chi contattare in maniera tale da rispondere alla domanda: “chi è in grado di mettermi in contatto con l’organizzazione che ho identificato e a cui mi sono interessato?”

Di conseguenza, è nello stesso modo cruciale prepararsi e essere consapevoli delle differenti tipologie di opportunità di stage o lavoro offerte nell’immediato dall’azienda, ma anche dei vari dipartimenti e aree che compongono la struttura aziendale per rendersi conto come il proprio profilo possa interagire con esse in maniera dinamica e produttiva. In questa fase, la domanda a cui bisogna provare a rispondere è: “che tipo di carriera potrei perseguire all’interno di questa azienda/organizzazione? Quale opzioni o opportunità di crescita potrei avere e sviluppare lì?” In questo caso, raccomandiamo di prendersi del tempo per esaminare il proprio percorso accademico e professionale per raggiungere un’autovalutazione lucida: “quali sono i miei punti di forza e quali di debolezza? Quali sono i miei valori in ambito lavorativo?” Un caso esemplare è il modo in cui decidiamo di gestire la nostra immagine sulle piattaforme dei Social Media, in particolare il proprio profilo LinkedIn, che dovrebbe essere sempre aggiornato, chiaro e in ordine. Ma ancora più importante deve essere coerente con chi siamo veramente: non depone affatto bene presentarsi con dei titoli che non possediamo!

Center for Career Services & ​Continuing Education
​John Cabot University

jcu_high_res