Should I Have an “Interests” Section in My Resume?

The “Interests and Hobbies” section is usually located at the end of the resume, even though it is not always present. In fact, this part is optional and its appropriateness depends on the position you are applying for.

The “Interests” section is particularly indicated to suggest your interviewer what kind of person you are and what benefit you can give the company, in addition to your technical competencies.

Following three main pros of including your interests and hobbies in your resume:

  • You can catch the employer’s attention: after listing your studies, professional experiences, languages and IT skills, the section on your interests will tell the reader something about what you do when you are not working or studying. If you have something original to share, it is very likely that your interviewer will remember that particular about you when you will meet him or her in person. For example, if you say you play chess in national competitions your potential employer will very possibly remember it;
  • They can give some hints about your soft skills: your passions and hobbies give your interviewer an idea of what kind of personality you have and how you relate with others. For instance, if you have been in a football team for years, your interviewer could infer that you are used to work in a team; or if you like oil painting, he/she would understand that you have a creative attitude. These details could help him/her start thinking what would be the best position for you in his/her company;
  • They can be good icebreakers: if you are called for an interview, the interviewer can decide to start from the interests you listed in your resume to know more about you. That is why you should make an accurate selection of what to mention in this section. Be honest and make pertinent choices.

The section on “Interests” can be a way to stand out from the crowd of applicants, especially for those positions that do not require cover letters to apply. In fact, the cover letter is usually your key tool to underline your soft skills. In case you cannot use it, your “Interests and Hobbies” section is what helps your personality and character emerge.

 

Devo avere una sezione per gli “Interessi” nel mio curriculum?

La sezione “Interessi e hobby” viene solitamente collocata alla fine del CV, anche se non è sempre presente. Infatti, questa è una parte opzionale e la sua appropriatezza dipende dalla posizione per cui vi candidate.

La sezione “Interessi” è particolarmente utile per dare un’idea a chi vi colloquierà di che persona siete e quale valore aggiunto potete portare alla sua azienda, oltre alle vostre competenze tecniche.

Di seguito tre principali vantaggi che potete trarre dall’inclusione dei vostri hobby e interessi nel CV:

  • Potete attirare l’attenzione del datore di lavoro: dopo l’elenco dei vostri studi, esperienze professionali, competenze linguistiche e informatiche, la sezione sui vostri interessi dirà qualcosa al lettore riguardo cosa fate quando non lavorate o studiate. Se avete qualcosa di originale da condividere, molto probabilmente il vostro interlocutore se lo ricorderà quando vi incontrerete. Ad esempio, se dite che giocate a scacchi in competizioni nazionali è altamente possibile che il vostro potenziale datore di lavoro non lo dimenticherà;
  • Date un’idea delle vostre soft skills: le vostre passioni e i vostri hobby suggeriranno al vostro interlocutore che tipo di personalità avete e come vi relazionate con gli altri. Ad esempio, se giocate a calcio da anni, chi legge potrà dedurre che siete abituati a lavorare in team; oppure, se vi piace dipingere farete capire che avete una vena creativa. Questi dettagli potranno aiutare un potenziale datore di lavoro ad iniziare a immaginare quale sarebbe la posizione più adatta a voi nella loro azienda;
  • Sono un buon modo per rompere il ghiaccio: se venite convocati a colloquio, il vostro interlocutore potrebbe decidere di iniziare proprio dagli interessi riportati su vostro curriculum per conoscervi meglio. Per questo è importante che selezioniate accuratamente gli aspetti da menzionare in questa sezione. Siate sinceri e fate delle scelte pertinenti.

La sezione sugli “Interessi” può farvi emergere dalla moltitudine di candidati, soprattutto quando un’azienda richiede solo il CV e non la lettera di presentazione. Quest’ultima, infatti, è solitamente la vostra arma per sottolineare le vostre soft skills. Nel caso in cui non ve ne possiate servire, la sezione “Interessi e hobby” sarà quello che vi aiuterà a far emergere il vostro carattere e la vostra personalità.

Center for Career Services & ​Continuing Education
​John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg