How to … Recover after Interview Rejection

Failure is an inevitable part of building your career. Your success does not depend on how many ups were on your path, but how many downs you managed to overcome. Being rejected after an interview is very common for young applicants full of motivation but lacking experience. Remember that an interview rejection gives you a chance to perfect yourself and get ready for the next opportunity.

  1. View an interview rejection from a positive side. If you got rejected either because the job does not match you or the other way around, it means your opportunity for success is still to be discovered in another place. Continue searching and working on yourself, and you will find the option that makes you happy;
  2. Do not focus on one job. Think differently. Do not repeat the same over and over again expecting different outcomes. Assess your strengths, weaknesses, skills and interests, and try yourself in a new direction. You will never know where your success is until you try yourself;
  3. Assess the situation from outside and improve. Recall your interview, and analyze it as the third person, not involved in the negotiation. What do you think went wrong? Think about the interviewer, and what he or she wanted to get out of the meeting with you. Think also about yourself: how did you want to be perceived, and how did you actually appear to the interviewer? Take a pause, and think again. Step by step you will start understanding what could go differently, and how you could achieve different results;
  4. Never personalize. Do not blame yourself for the rejection and lower your confidence to zero. There can be million reasons for the rejection, and it is not necessarily because of you. Professional world is not about personal likes or dislikes. If you think an interviewer made a decision based on personal preferences, ask yourself: do you want to work with such person?

Remember that from an interview rejection you gain a useful experience. Failures help you to become a better version of yourself. Improving yourself you increase your chances to gain a job, even if you apply for the same position again. The path to a great success is not try and succeed. In fact, the path to success is try and fail, try again and fail, try one more time, and succeed.

 

Come…riprendersi dopo un colloquio andato male

È inevitabile fallire mentre si costruisce il proprio percorso professionale. Il vostro successo non dipende solo dai traguardi che raggiungete, ma da quanti ostacoli siete in grado di superare. Quando si è ancora giovani e con poca esperienza, può succedere di non essere selezionati dopo un colloquio, anche se si è motivati ed entusiasti. Ricordatevi che un colloquio andato male vi darà comunque l’opportunità di migliorarvi e di prepararvi alla prossima opportunità.

  1. Cercate di guardare la circostanza negativa dal lato positivo. Se non avete ottenuto la posizione perché questa non vi si addice, o viceversa, vuol dire che non era il luogo adatto in cui iniziare a costruire la vostra carriera. Continuate a cercare e a lavorare su voi stessi, così troverete la soluzione che vi renderà più felici;
  2. Non focalizzatevi su un lavoro. Cambiate modo di pensare, non ripetete sempre le stesse cose aspettandovi un risultato diverso. Cercate di capire i vostri punti deboli, quelli di forza, le vostre competenze, i vostri interessi e provate una nuova direzione. Non scoprirete la vostra strada fino a quando non vi metterete alla prova;
  3. Fate una valutazione oggettiva e migliorate. Ripensate al vostro colloquio e analizzatelo oggettivamente. Cosa pensate che sia andato storto? Pensate al vostro interlocutore e a cosa volva ottenere dall’incontro con voi. Pensate anche a voi stessi: come volevate essere e come siete stati effettivamente percepiti dal recruiter? Prendetevi una pausa e pensateci ancora. Piano piano riuscirete a capire cosa sarebbe potuto andare diversamente e come potreste fare per raggiungere un risultato differente;
  4. Non prendetela mai sul personale. Non biasimate voi stessi se non ottenete la posizione che volevate e non demoralizzatevi. Ci possono essere milioni di motivi per cui non siete stati selezionati, i quali non sono necessariamente legati a voi. Nel mondo del lavoro non si tratta di un giudizio sulla persona in sé. E se invece questo fosse stato il caso fatevi questa domanda: volete lavorare con una persona che non vi ha giudicato solo in senso professionale?

Tenete a mente che un colloquio andato male vi può sempre insegnare qualcosa. Gli insuccessi vi aiuteranno a migliorarvi, il che vi permetterà di aumentare le vostre chance di ottenere un lavoro, anche se vi candiderete per la stessa posizione per cui non siete stati selezionati una volta. Il cammino verso il successo professionale non è mai lineare, ma prevede diversi tentativi e diversi fallimenti, fino ad arrivare al risultato desiderato.

Center for Career Services & ​Continuing Education 
​John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg