Meet the Pros: Riccardo Pugliese

Web Content Editor at the JCU Web Communications Office

Creativity is a highly required skill in many different professional fields. Having a creative mind means being flexible, being able to think outside the box, and to find unexpected solutions for different kinds of issues. Riccardo Pugliese, Web Content Editor at the JCU Web Communications Office, exploits his creative and technical skills every day in order to excel in his job and find new ways to improve the University’s web communication.  

  1. What is your role at JCU and what are your main tasks?

I work at the JCU Web Communications office. I am responsible for improving the website navigation and design by tweaking CSS and HTML, and for reviewing statistics on website usage (Google Analytics) for search engine optimization. Our office routinely troubleshoots the site, tests it for functionality and accessibility, ease of use and load time. I am currently focusing on web accessibility, which refers to the inclusive practice of removing barriers that prevent people with disabilities from using websites.

As far as content is concerned, we interface with other JCU offices to assess their needs, edit and translate web copy, and create videos/take photos. Our office also administers the University news site and produces most of the articles and features.

  1. How much is creativity involved in your job?

I like to think that it is very involved. Our office is small enough and my supervisor is foresighted enough to allow for a certain flexibility in my work. My average day consists of a wide variety of different tasks ranging from photo editing to writing to website coding which keeps me on my toes and makes my job fresh and unpredictable.

  1. Do you have any piece of advice for young professionals on how to invest their creative skills in the job market?

Don’t be afraid to realize your vision but at the same time welcome suggestions and criticism with an open mind. Keep your eyes and ears open for positive (and negative) feedback. When you think you have completed a project, take a step back and consider it from a different perspective. You would be surprised how much you can learn just by looking at other people’s work. Try to second guess yourself and your approach, cultivate new possibilities before consolidating old habits and work methods. Trust the process, and trust yourself. The right position will develop your strengths and give you a chance to shine, no matter what qualities and experience you may have.

Incontra il professionista: Riccardo Pugliese

Web Content Editor presso l’Ufficio di Comunicazione Web della Cabot

 La creatività è una dote molto ricercata in diverse aree professionali. Essere creativi vuol dire essere flessibili, capaci di pensare fuori dagli schemi e di trovare soluzioni inaspettate per diversi tipi di problemi. Riccardo Pugliese, Web Content Editor presso l’Ufficio di Comunicazione Web della Cabot, sfrutta tutti i giorni le sue doti creative e le sue capacità tecniche per eccellere nel suo lavoro e trovare nuovi modi per migliorare la comunicazione web dell’università.

  1. Qual è il suo ruolo alla Cabot e quali sono le sue principali mansioni?

Lavoro presso l’Ufficio di Comunicazione Web della Cabot. Mi occupo di migliorare il sito web in termini di navigazione e design lavorando sul CSS e sull’HTML, inoltre controllo le statistiche sull’utilizzo del sito (Google Analytics) per la search engine optimization. Tutti i giorni il nostro ufficio identifica e risolve i problemi riscontrati sul sito, testa la sua funzionalità e accessibilità, la facilità di utilizzo e il tempo che impiega a caricare. Al momento mi sto concentrando sulla web accessibility, cioè una pratica inclusiva mirata a rimuovere le barriere che impediscono agli individui con disabilità di usare i siti web.

Per quanto riguarda i contenuti, ci interfacciamo con altri uffici della Cabot per valutare i loro bisogni, ci occupiamo di editing e traduzioni dei testi per il sito, creiamo video e facciamo foto. Il nostro ufficio gestisce le notizie dell’università sul sito e produce gran parte degli articoli.

  1. Quanto è coinvolta la creatività nel suo lavoro?

Mi piace pensare che lo sia molto. Il nostro ufficio è abbastanza piccolo e il mio supervisor è abbastanza lungimirante da permettere una certa flessibilità nel mio lavoro. La mia giornata tipo consiste in una varietà di mansioni, che vanno dal foto editing alla scrittura al coding per il sito, il che tiene la mia mente sempre attiva e rende il mio lavoro stimolante.

  1. Ha qualche consiglio per i giovani professionisti su come possono investire le loro doti creative nel mercato del lavoro?

Non abbiate paura di realizzare le vostre idee ma, allo stesso tempo, accogliete i suggerimenti e le critiche senza preconcetti. Tenete gli occhi e le orecchie aperti per feedback positivi (ma anche negativi). Quando pensate di aver portato a termine un progetto, fate un passo indietro e guardatelo da una prospettiva diversa. Sareste sorpresi di quanto si può imparare semplicemente osservando il lavoro degli altri. Cercate di essere autocritici, con voi stessi e con il vostro approccio, coltivate nuove possibilità prima di consolidare delle abitudini e dei metodi lavorativi. Abbiate fiducia in quello che fate e in voi stessi. La posizione giusta vi permetterà di sviluppare i vostri punti di forza e vi farà emergere, indipendentemente dalle qualità e dalle esperienze che avete.

Center for Career Services & Continuing Education 
John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg