Should I Apply Again for a Position I Did Not Get?

When you start building you career, you will have to try different paths before you actually find the one for you. During your search, you may fall in love with a company. What should you do if you apply for it and get rejected? Is it right to apply a second time?

In most cases, it is worth trying again, especially if you are truly motivated and interested in the company’s mission. However, you should not do it blindly, hoping that, for some reason, things will go differently this time. Here are four golden rules you should observe if you decide to reapply:

  1. Do not apply immediately: the first thing you should avoid is to reapply after a very short period, unless they have an urgent position to cover and you would be the perfect fit. If you wait some time before applying again, you will show them that you had time to work on your flaws and improve both your technical and soft skills;
  2. Do not apply for the same position: try to understand the reason why you were rejected. If you were missing some technical skills, you should consider is it is something you can acquire or if it is something too specific. If you realize that that position actually did not suit your skillset, you may want to apply for a different opportunity within the company;
  3. Customize your application: do not think that the recruiter will not notice that you have already applied, given that companies often use applicant tracking systems. For this reason, you should customize your application and write an effective cover letter. Do not be afraid to say that you already applied and was rejected. Try to make a strong statement about why you are reapplying and why, this time, you would fit in the position;
  4. Get prepared for your interview: if you get to the final step of a face-to-face interview, be aware that they will ask about your decision to reapply, almost certainly. Do not improvise, but prepare your answer carefully and in advance. You should be able to convince them about your true interest in their mission and that now you are a stronger candidate. If you received any feedback from your previous application, you may want to prove them that you understood their comments and worked on your flaws.

A candidate that decides to apply again after rejection proves his/her determination and sincere appreciation for a company. Do not feel intimidated and do not let your self-confidence be undermined by your initial failure. If you get prepared carefully and understand the mistakes you made, you will be a stronger candidate, for that company and for the next ones you will find on your career path.

 

Posso candidarmi una seconda volta per una posizione che non ho ottenuto?

Nel vostro percorso di carriera dovrete provare diverse direzioni prima di trovare quella che fa per voi. Durante la vostra ricerca, vi potreste innamorare di un’azienda. Cosa fare se vi candidate e venite rigettati? È giusto provare a candidarsi una seconda volta?

Nella maggior parte dei casi, vale la pena ritentare, soprattutto se siete veramente motivati ed interessati alla missione dell’azienda. Questo non va fatto alla cieca però, sperando che per qualche motivo le cose andranno diversamente. Ecco quattro regole d’oro che dovreste osservare se decidete di ricandidarvi:

  1. Non ricandidatevi subito: la prima cosa da evitare e di ricandidarsi dopo un periodo troppo breve, a ameno che l’azienda non abbia una posizione urgente da coprire che sarebbe perfetta per voi. Se lasciate passare del tempo prima di rinviare la vostra candidatura, potrete dimostrare che avete avuto modo di lavorare sui vostri difetti e di migliorare le vostre capacità tecniche e soft skills;
  2. Non candidatevi per la stessa posizione: cercate di capire il motivo per cui siete stai respinti. Se vi mancavano delle capacità tecniche, dovreste considerare se è un qualcosa che potete acquisire o se è qualcosa di troppo specifico. Se vi rendete conto che quella posizione effettivamente non si addiceva alle vostre competenze, dovreste candidarvi per un’opportunità diversa all’interno dell’azienda;
  3. Personalizzate la vostra candidatura: non pensate che il recruiter non noterà che vi eravate già candidati, anche perché le aziende spesso usano dei sistemi per tracciare le candidature. Per questo dovreste personalizzare la vostra candidatura e scrivere una lettera di presentazione convincente. Non abbiate paura di dire che vi eravate già candidati e che siete stai respinti. Cercate di spiegare in modo incisivo perché vi state riproponendo e perché, questa volta, sareste adatti alla posizione;
  4. Preparatevi al colloquio: se arrivate allo step finale del colloquio, siate consapevoli che vi chiederanno quasi sicuramente perché avete deciso di ricandidarvi. Non improvvisate, ma preparate attentamente ed in anticipo la vostra risposta. Dovreste cercare di convincerli del vostro sincero interesse nella loro missione e che siete diventati dei candidati più forti. Se avevate ricevuto un feedback sulla vostra precedente candidatura, dimostrate che avete capito i loro commenti e che avete lavorato sui vostri punti deboli.

Un candidato che decide di riproporsi dopo essere stato rifiutato dimostra la sua determinazione e sincera stima per un’azienda. Non sentitevi intimiditi e non lasciate che la vostra autostima venga danneggiata da un’iniziale sconfitta. Se vi preparate attentamente e capite quali sbagli avete commesso, diventerete dei candidati migliori, sia per quell’azienda che per le altre che incontrerete nel vostro percorso professionale.

Center for Career Services & ​Continuing Education 
​John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg