Meet the Pros – Maria del Pilar Murguia

Director of JCU Student Services

One of the most valued soft skills in the world of work is proactivity. A proactive employee is someone that takes initiative and propose innovative solutions for any kind of issue that may arise. 

During university years, young professionals can start to develop this skill, together with many others that will come handy for their future career. Maria del Pilar Murguia, Director of JCU Student Services, has the fundamental role to involve students in university activities, fostering their team-work spirit and initiative.

  1. What is your role at JCU? Has your job changed since when you started working?

I am the Director of Student Services, and my role at JCU is to establish and maintain an environment that supports learning, encourages a strong sense of community, and promotes student development through active engagement in university life. I directly supervise the areas of Athletics, Community Services, Immigration Services, Orientation, Performing Arts, Student Activities and Trips, Student Leadership Programs (OL, OSA, Student Clubs).

I started working for the Student Services department when I was a student at JCU in 2000. My supervisor at the time exposed me to the Student Development programming and the Student Affairs professional world. I found myself very intrigued by this career opportunity, as I was able to work with young people to help them implement their visions and ideas. After my graduation, the university offered me a job opportunity as Student Services Assistant and since then I decided to explore the professional work world of Student Affairs. Fifteen years have passed and my role has changed from Assistant to Coordinator to Manager to my current role as Director. It has not been an easy journey as my job changed constantly as the university was growing at an incredibly fast pace. Under my leadership, new programs and divisional areas have been created in order to respond to the university’s needs. Our student clubs have grown from 5 to 28, new leadership programs have been established, such as Orientation Leaders, Orientation Student Assistants, new positions and offices were created such as Community Services, Immigration Services Office, Student Clubs, Student Activities, and Athletics! All this was possible also thanks to the great team of young and experienced Student Affairs professionals.

  1. What are the challenges and the benefits of working with the new generations?

As Student Affairs professional working in and for development, I feel the responsibility to always keep myself updated with new programs to offer our students! We act as role models and we have a direct impact on their learning. We make a difference in their lives and they make their difference in tomorrow’s world. Therefore it is paramount that for every new program, project, event, I keep asking the questions: what do we want them to learn? How can this learning happen? How can we document and measure their learning?

Young people want to design their own experiences. My role is to create active learning opportunities where this interaction can take place. By helping students telling their learning journey, I also learn from them and it helps in revising and designing future programs.

  1. Do you think that doing an internship while studying has any positive impact on the students you work with?

Doing an internship while studying is a greatly impactful experience. The professional world moves very fast, and young people need to learn how to multitask, starting from juggling responsibilities when they are still in school. It helps them to learn multiple abilities, work with others and understand cultural and human differences.

 

Incontra il professionista – Maria del Pilar Murguia

Direttore dei Servizi agli Studenti della Cabot

Una delle soft skills maggiormente apprezzate sul posto di lavoro è la proattività. Un lavoratore proattivo è colui che prende l’iniziativa, proponendo soluzioni innovative per qualsiasi problematica si presenti.

Durante gli anni universitari, i giovani professionisti possono iniziare a sviluppare questa capacità, così come molte altre che si riveleranno molto utili per la loro carriera futura. Maria del Pilar Murguia, Direttore dei Servizi agli Studenti della Cabot, ha il ruolo fondamentale di coinvolgere gli studenti nelle attività dell’università, incoraggiando il loro spirito di gruppo e di iniziativa.

  1. Qual è il suo ruolo alla JCU? Il suo lavoro ha subito dei cambiamenti rispetto a quando ha iniziato?

Sono il Direttore dei Servizi agli Studenti ed il mio ruolo alla JCU è di stabilire e mantenere un ambiente che supporti l’apprendimento, incoraggi un forte senso della comunità e promuova lo sviluppo degli studenti attraverso un coinvolgimento attivo nella vita dell’università. Supervisiono in prima persona i dipartimenti di atletica, servizi per la comunità, ufficio immigrazione, orientamento, arti dello spettacolo, attività e viaggi per gli studenti, programmi di leadership per gli studenti (OL, OSA, Student Clubs).

Ho iniziato a lavorare per il dipartimento dei Servizi agli Studenti nel 2000, quando studiavo ancora alla Cabot. Il mio supervisor a quel tempo mi fece conoscere il mondo professionale dello Student Development e degli Student Affairs. Rimasi molto affascinata da questa opportunità, perché mi dava la possibilità di lavorare con i giovani per aiutarli ad implementare le loro idee. Dopo la laurea, l’università mi offrì un’opportunità lavorativa come Assistente presso l’ufficio dei Servizi agli Studenti e da lì in poi decisi di esplorare quel mondo professionale. Sono passati quindici anni ormai e il mio ruolo si è evoluto da Assistente a Coordinatore a Manager fino al mio ruolo attuale di Direttore. Non è stato un percorso facile, visto che il mio lavoro è cambiato costantemente data la crescita molto veloce dell’università. Sotto la mia guida, sono stati creati nuovi programmi e divisioni, per rispondere alle necessità dell’università. I nostri club studenteschi sono aumentati da 5 a 28, nuovi programmi di leadership sono stati stabiliti, come Orientation Leaders e Orientation Student Assistants, nuove posizioni e uffici sono stati creati, come quelli per i servizi alla comunità, l’ufficio immigrazione, club studenteschi, attività studentesche e il dipartimento di atletica! Tutto ciò è stato possibile anche grazie allo straordinario team di giovani e capaci professionisti di Student Affairs.

  1. Quali sono gli aspetti più difficili e quelli più positivi di lavorare con le nuove generazioni?

In qualità di professionista che lavora proprio per lo sviluppo degli studenti, sento sempre la responsabilità di tenermi aggiornata sui nuovi programmi da offrire agli studenti! Noi siamo dei modelli e abbiamo un impatto diretto sul loro apprendimento. Facciamo la differenza per le loro vite e loro faranno la differenza per il mondo di domani. Per questo è essenziale che per ogni programma, progetto, evento io continui a porre le domande: cosa vogliamo che imparino? Come possiamo farglielo imparare? Come possiamo documentare e misurare il loro apprendimento?

I giovani vogliono progettare le loro esperienze. Il mio ruolo è di creare opportunità di apprendimento attivo dove ci sia interazione. Osservando la crescita degli studenti anche io imparo da loro e capisco come rivedere e progettare i programmi futuri.

  1. Pensa che fare uno stage mentre si studia abbia un impatto positivo sugli studenti con cui lavora?

Fare uno stage mentre si è ancora studenti è un’esperienza dal forte impatto. Il mondo professionale si muove molto velocemente e i giovani devono imparare l’arte del multitasking, destreggiandosi tra le diverse responsabilità quando sono ancora all’università. Ciò permette loro di acquisire diverse competenze, di imparare a lavorare con gli altri e di comprendere le differenze culturali e umane.

Center for Career Services & ​Continuing Education 
​John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg